Pionieri di eBay – prima tappa

Come ho già detto più volte, una delle cose che amo di più del mio lavoro é la possibilità che mi si offre talvolta di visitare luoghi e conoscere persone.
Proprio per questo motivo ho amato particolarmente l’ultimo lavoro che ho realizzato, “Pionieri di eBay”, che ho svolto su commissione dell’agenzia Apco Worldwide per conto di eBay Italia.
Si é trattato di raccontare fotograficamente la storia di 10 venditori storici italiani, tra i primi ad essersi iscritti ad eBay sul finire degli anni 90.

https://www.ebay.it/rpp/i-pionieri-di-ebay

Ho incontrato questi venditori nelle loro sedi, dislocate su gran parte del territorio italiano, in qualche caso insieme alla troup video guidata da Paolo Bacchi, suddividendo il lavoro in tre macro sessioni, la prima delle quali in Sicilia, per procedere con i seller del Nord e poi concludere con i 4 venditori del Sud Italia.
Racconterò nel mio blog di questo viaggio, scrivendo dei luoghi e delle persone che ho incontrato, soffermandomi anche su alcuni aspetti tecnici del lavoro fotografico.
E allora partiamo, dall’estremo Sud, la Sicilia, per incontrare due sellers del messinese, Antonino Lena e Pietro Muscará.

L’aria che respiro di sera appena atterrato a Catania mi riporta per un istante indietro nel tempo, ad un viaggio in Tunisia che non dimenticherò mai.
Raggiungo Taormina, dove ho deciso di passare la notte, per raggiungere di buon mattino il paese di Patti, non lontano da Messina, dove mi aspetta Antonino Lena, dello store Tutto Stampa Patti.
Appena il tempo di stringerci la mano e mi invita a sederci al bar per gustare una granita di limone dove devo, su suo consiglio, inzuppare una ottima brioche.
Mi fa visitare il suo negozio, pieno di stampanti e cartucce di inchiostro, dove é in corso un trasloco e mi racconta la sua storia di venditore su eBay.
Inizio a scattare in luce naturale, montando sulla mia XPro2 il 56 mm, per non essere troppo addosso ad Antonino, poi passo al 35 mm, quindi al grandangolo, per ritrarlo nel suo contesto.
Quando é il momento di passare alle immagini più creative, monto due flash e ci spostiamo in un secondo spazio, dove un muro di scatoloni di stampanti mi offre un ottimo sfondo.


Antonino scalpita, deve rispondere alle decine di mail che nel frattempo sono arrivate, ma abbiamo quasi finito, e le ultime fotografie che scatto sono alcuni dettagli del negozio.
Lo saluto, mi consiglia una trattoria sul mare dove mangiare, e nel primo pomeriggio sono già in viaggio verso Tremestieri.

 

La luce forte del porto di Messina é accecante.
Faccio un po’ fatica a trovare l’indirizzo impostato su Google Maps, e mi ritrovo davanti al portone di un vecchio palazzo.
Suono il campanello, percorro una ripida scalinata e mi ritrovo davanti il viso sorridente e la capigliatura spettinata di Piero Muscará, titolare del negozio ebay Piero Collectibles.
La stanza é piccola, due vecchie scrivanie, una scaffalatura ed una piccola finestra in un angolo.
Mi mostra il resto dell’appartamento,gremito di scaffalature zeppe di scatoloni.
Sono un po’ preoccupato…calma…devo solo aspettare che il sole si abbassi un po’ per permettergli di infilarsi in quella finestra.
Intanto Piero mi mostra la sua collezione di vinili di Frank Zappa; le copertine sono una più bella dell’altra, così decido di fotografarle.
Nel frattempo il sole inizia a filtrare, proiettando una bellissima striscia di luce nella stanza.
Chiedo a Piero di posizionarsi accanto alla scaffalatura ed inizio a fotografare.
Apro il diaframma ed aumento gli Iso, il 35 é la focale più lunga che posso permettermi in quella stanza…ma é perfetta per ritrarre Piero accanto alle sue collezioni di figurine vintage.

Ne escono ottimi ritratti, ma ho bisogno anche di un altro ambiente per completare il servizio.
L’altra stanza é buia e interamente occupata da scatoloni, ma infondo intravedo una finestra chiusa. Chiedo di aprirla, ed in un attimo cambia tutto.
Faccio scegliere a Piero due oggetti per lui significativi; sceglie un modellino vintage del mitico Tex Willer ed il suo amico navajo Tiger Jack.
La luce é fantastica, così come l’espressione del mio soggetto, che sembra un bambino con i giocattoli dei suoi sogni.

Soddisfatto delle immagini realizzate saluto Piero e prendo la strada del ritorno, direzione Taormina.
Il giorno dopo dall’ alto dell’aereo osservo da un altro punto di vista l’ Etna che ha fatto spesso da sfondo ai miei trasferimenti in questo viaggio, ripromettendomi quanto prima di ritornare in questa meravigliosa terra che è la Sicilia… intanto si ritorna a casa.

About the Author:

Related Posts

Leave a Comment!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *